Main content

Il 12 novembre 2016 sono state pubblicate novità inerenti la nota carta dei docenti, che già attendevamo da tempo. Tutte le istruzioni sono nelle News del Miur, da dove si apprende che entro il 30 novembre sarà attivo un sito apposito http://www.cartadeldocente.istruzione.it/, non ancora raggiungibile, grazie al quale la carta del docente verrà gestita personalmente dall'insegnante. La carta permetterà l'acquisto di materiali, corsi, software senza gravare sull'apparato burocratico - amministrativo degli istituti di provenienza.

Si suggerisce intanto di leggere le istruzioni poste nel sito Spid, per l'acquisizione (obbligatoria) dell'identità digitale. Fra le altre, la registrazione Sielte sembra promettere facilità e rapidità di iscrizione, ma bisognerà avere a portata di mano una mail (meglio quella con estensione istruzione.it), un documento di identità, un programma tipo Skype o altro e una web cam attiva. Bisognerà anche tenere il telefono vicino, sul quale arriverà un codice del tipo OTP tramite sms e la scansione della carta d'identità e tesserino sanitario complete (fronte e retro) in formato .jpg . Sarà necessario munirsi però, di adeguata pazienza: i riscrontri tramite mail e cellulare non sono proprio immediati. Inoltre vi chiederanno la scelta di una fascia oraria in cui sarete contattati entro tre giorni,  per l'accertamento dell'identità personale tramite il software da voi scelto. 

Una bella notizia che conferma quindi, i falsi avvisi, secondo i quali il bonus non sarebbe arrivato tanto presto. 

 

Si riporta qua sotto il testo integrale, copiato dal sito di Istruzione.it:

 

"Carta degli insegnanti, come e quando spendere i 500 euro per l’aggiornamento

Dallo scorso anno gli oltre 740.000 docenti di ruolo della scuola italiana hanno a disposizione 500 euro da spendere per l’aggiornamento professionale. Un bonus che nella sua prima erogazione è stato assegnato eccezionalmente con accredito sullo stipendio. Quest’anno cambia il sistema di erogazione, come annunciato nel Piano di formazione degli insegnanti e attraverso la nota del 29 agosto relativa alla rendicontazione delle spese dello scorso anno.

L’importo resta lo stesso: 500 euro che saranno assegnati attraverso un ‘borsellino elettronico’. L’applicazione web “Carta del Docente” sarà disponibile all’indirizzo www.cartadeldocente.istruzione.it entro il 30 novembre. Attraverso l’applicazione sarà  possibile effettuare acquisti presso gli esercenti ed enti accreditati a vendere  i beni e i servizi che rientrano nelle categorie previste dalla norma.

Ogni docente, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” per l'acquisto di libri e di testi,  anche  in formato digitale,  per:

-         l’acquisto di  pubblicazioni  e  di  riviste  utili all'aggiornamento  professionale; 
-         l'acquisto di   hardware   e software; 
-         l'iscrizione a corsi per attività di  aggiornamento  e di qualificazione delle  competenze  professionali,  svolti  da  enti accreditati presso il Ministero dell'Istruzione; 
-         l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale; 
-         l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;  
-         l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo; 
-         iniziative  coerenti  con  le   attività   individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

I buoni di spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti autorizzati con la semplice esibizione. Per l’utilizzo della “Carta del Docente” sarà necessario ottenere l’identità digitale SPID presso uno dei gestori accreditati (http://www.spid.gov.it/richiedi-spid) e successivamente ci si potrà registrare sull’applicazione. L’acquisizione delle credenziali SPID si può fare sin da ora. Si tratta di un codice unico che consentirà di accedere, con un'unica username e un’unica password, ad un numero considerevole e sempre crescente di servizi pubblici (http://www.spid.gov.it/servizi).

Il nuovo sistema che parte quest’anno consentirà ai docenti di avere uno strumento elettronico per effettuare e tenere sotto controlli i pagamenti. E alle scuole di essere alleggerite dalla burocrazia e dalle procedure di rendicontazione. Sarà possibile spendere i 500 euro a partire dall’attivazione della Carta."